Oggi è il 13/12/2018             
 
Home page
Francesco Scerbo
Chi Siamo / Contatti
Statuto / Diventa Socio

I nostri Progetti

News Eventi Attività
Donazioni
Cosa è il bullismo
Il nostro diario
Fotografie
Scrivici
 
 
 
 
I NOSTRI PROGETTI :
Conoscili e adottali se vuoi....
<< TORNA ALLA LISTA DEI PORGETTI
Dettaglio Progetto
Periodo : 2011 - Febbraio - Marzo 2011
M.E.R.T. Gioventù T.r.e.m.enda

 

“M.E.R.T. Gioventù T.r.e.m.enda” – spettacolo-forum

(Febbraio – Marzo 2011)

Tematica: Conflitti tra gruppi sociali diversi – conflitto tra gruppi giovanili che si identificano nell’ambito degli stili musicali -  individualismo e conformismo - incomprensione e difficoltà di dialogo tra adulti e giovani –

Metodo: Laboratori di Teatro dell’Oppresso o Teatro delle Infinite Verità.

Partner: Progetto realizzato nell’ambito dell’iniziativa “Di Testa Mia”. (bando regionale) Assessorato al Diritto della Salute – Regione Toscana – Azienda Sanitaria Firenze – Nuovo Complesso Penitenziario di Sollicciano Firenze.

Destinatari: Detenuti e detenute – Educatori – Forze dell’ordine del Nuovo Complesso Penitenziario di Sollicciano Firenze.

Una interclasse dell’ Istituto “Machiavelli” di Firenze che svolge un progetto di peer education presso il complesso.

Luoghi dell’azione: Nuovo Complesso Penitenziario di Sollicciano Firenze.

Durata e momenti più efficaci: Il progetto si è articolato due fasi: una di preparazione e una di rappresentazione e confronto.

FASE DI PREPARAZIONE:  Da Febbraio a Marzo 2011 per la costruzione del laboratorio teatrale. In questa fase la compagnia teatrale volontaria, gruppo S.G.T., si è occupato di realizzare lo spettacolo attraverso il metodo del T.d.O. o T.d.I.V. (Teatro dell’Oppresso o Teatro delle Infinite  Verità), presso i locali del Centro Giovani di Poppi.

FASE DI RAPPRESENTAZIONE E CONFRONTO:

10 marzo 2011 – presso il Nuovo Complesso Penitenziario di Sollicciano Firenze; rappresentazione rivolta ai detenuti e detenute, educatori, forze dell’ordine e una interclasse di studenti.

Tutte le rappresentazioni teatrali saranno seguite da un’introduzione al dibattito nel quale avere un momento di scontro-confronto; immedesimandosi nel gioco teatrale e restituendo durante il forum.

Obiettivi: Il progetto M.E.R.T. (che non è una parolaccia ma un acronimo: metallaro; emo; rapper; truzzo); propone di presentare attraverso il metodo del teatro dell’oppresso alcuni stereotipi giovanili e la chiusura su se stessi dei gruppi sopra citati. L’obiettivo è quello di fare conoscere agli adulti i gruppi sociali giovanili, al fine di favorire la comunicazione tra due generazioni sempre troppo distanti e creare una pacifica integrazione tra i vari gruppi giovanili nel rispetto delle varie identità. Inoltre aprire il dialogo su un argomento attuale e vivo per i giovani, rendendo i ragazzi protagonisti e non oggetto dell’intervento educativo, in modo da rafforzare i rapporti di fiducia ed aggregazione tra ragazzi e tra i ragazzi e gli adulti in ambito familiare e soprattutto con il pubblico adulto della Scuola e delle Istituzioni.

Costo progetto : 0,00€     Donati : 0,00 €
ELENCO DONAZIONI
Data Donatore importo donato
 
 
 
 
 
SITO
IL RIFUGIO DI FRANCESCO


contattaci
info@ilrifugiodifrancesco.it